Sul problema della rotatoria a Jolanda di Savoia tra le Sp 60 e 17

Rotatoria immagine di repertorio

 

Per la soluzione del problema della rotatoria a Jolanda tra le Sp 60 e 17 serve mezzo milione di euro che la Provincia per ora non ha

Le condizioni della rotatoria tra le Sp 60 e 17 a Jolanda di Savoia, realizzata a inizio anni 2000, sono note e i problemi di cedimento sono legati alla scarsa tenuta dei sottofondi presenti in aree di bonifica, ossia su terreni argillosi con forti caratteristiche di fragilità (articolo pubblicato da La Nuova Ferrara lo scorso 26 maggio in allegato).

Per rimediare all’entità del problema, occorrerebbe un intervento invasivo di rifacimento completo della carreggiata dell’anello e dei rami viari d’immissione.

È già stato valutato in sede tecnica che la realizzazione di tale intervento strutturale richiederebbe un investimento di almeno mezzo milione di euro, cifra di cui al momento la Provincia non dispone.

Questa è la ragione per la quale l’amministrazione che ha sede in Castello Estense è tuttora limitata a eseguire interventi tampone, in attesa di poter disporre dei fondi necessari alla risoluzione del problema viario.