Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


Lo stemma della Provincia
Descrizione e significato storico Ai sensi del vigente Statuto, la Provincia di Ferrara ha lo stemma approvato con R.D. 17-3-1938 e successive modificazioni. Di seguito il contenuto del Decreto 17 marzo 1938 con il quale il Re Vittorio Emanuele III concedeva alla Provincia di Ferrara “la facoltà di usare uno stemma”: “…In virtù della Nostra Autorità Reale e Costituzionale dichiariamo spettare alla Provincia di Ferrara il diritto di fare uso di uno stemma (…) descritto come appresso: Interzato in pergola, nel primo troncato di nero e d’argento*; al secondo troncato**: nel 1° d’azzurro alla banda doppiomerlata accostata da 6 stelle di oto raggi il tutto d’oro; nel 2° d’argento al gambero di rosso posto in palo col capo d’Angiò, che è di azzurro al lambello di rosso di quattro pendenti intercalati da tre gigli d’oro; al terzo***d’oro al pesce al naturale posto in palo. Ornamenti esteriori da Provincia.” Lo scudo così descritto è inoltre completato da una corona cui sovrastano intrecciati un ramo d’alloro e uno di quercia. Al primo troncato di nero e d’argento * è rappresentato lo stemma della città di Ferrara Al secondo troncato ** quello della città di Cento Al terzo *** quello della città di Comacchio Come si utilizza lo stemma della Provincia di Ferrara Lo stemma della Provincia di Ferrara può essere utilizzato da soggetti esterni all’Amministrazione solo previa autorizzazione rilasciata dagli uffici competenti (Ufficio Presidenza – Castello Estense – 44100 Ferrara; urp@provincia.fe.it) implicitamente collegato alla richiesta di concessione del patrocinio e/o di contributo.
Documento pubblicato il 01/11/2007 - Ultimo aggiornamento: 13/11/2007
a cura di:
Daniele Canazza
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386