Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


Sportello Unico Attività Produttive

FAQ - Domande e risposte
Che cos’è SuapFE?
Il servizio SuapFE permette a imprese, associazioni e professionisti di predisporre e spedire pratiche on line agli Sportelli Unici comunali (SUAP) di tutto il territorio ferrarese.
Il servizio SuapFE è disponibile all’indirizzo http://www.provincia.fe.it/suapfe e consente di dare inizio o modificare un'attività imprenditoriale in modalità digitale.

Che cos’è la SCIA?
La Segnalazione Certificata di Inizio Attività è il documento che permette di avviare una nuova impresa in poche semplici mosse; essa sostituisce ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta il cui rilascio dipenda dall’accertamento di requisiti richiesti dalla legge o di atti amministrativi a contenuto generale.
La SCIA deve contenere le autocertificazioni necessarie per documentare il possesso dei requisiti professionali, morali e personali previsti dalle normative per l’avvio dell’attività. A queste dichiarazioni devono accompagnarsi gli allegati e gli elaborati tecnici necessari per consentire le verifiche di competenza dell’amministrazione.
Esempi di SCIA sono: avvio, modifica e cessazione di esercizi di vicinato, forme speciali di vendita (quali internet, spacci, corrispondenza, domicilio), panificazione, somministrazione di alimenti e bevande nell’ambito di manifestazioni temporanee, acconciatura, estetica, tatuaggio e piercing, panificazione, altre attività artigianali con laboratorio.

Quali pratiche posso presentare on-line ?
L’elenco dei procedimenti è disponibile sul sito della Provincia nella sezione Imprese - Sportello Unico Attività Produttive - Pratiche SUAP on-line.

Quali sono i prerequisiti di accesso a SuapFE?
Per l’invio digitale è necessario essere iscritti al sistema Federa e dotati di firma digitale. E’ inoltre fortemente consigliato dotarsi di un indirizzo di PEC per lo scambio di comunicazioni e ricevute con gli Enti.
Prerequisito per l’utilizzo del sistema di firma digitale è che sulla postazione di lavoro sia installata la Java Virtual Machine 1.6 o superiore.

Che cos’è Federa?
E’ il sistema di riconoscimento usato in Emilia Romagna per l’accesso ai servizi on-line delle pubbliche amministrazioni.
In Emilia-Romagna, diversi enti locali permettono ai cittadini di accedere a numerosi servizi on-line fornendo sempre le stesse credenziali di accesso.
Con un solo username ed una sola password, quindi, è possibile farsi riconoscere presso i siti di più amministrazioni, senza la necessità di avere e ricordare credenziali diverse per ogni singolo sito.

In che modo posso registrarmi su Federa?
L’iscrizione a Federa può avvenire secondo diverse modalità:
1) presentandosi allo sportello del Comune muniti di documento di identità valido;
2) compilando on-line una “form” di registrazione, a seguito della quale è però necessario presentarsi allo sportello, oppure inviare un fax (con allegata copia del documento di identità), o firmare digitalmente l'iscrizione al sistema;  3) attraverso una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Carta di Identita Elettronica, ossia una smart card di identificazione valida che permette di iscriversi direttamente on-line.
L'iscrizione a Federa può essere effettuata presso uno qualsiasi dei Comuni della Provincia di Ferrara o presso la Provincia stessa.
In ogni caso, effettuata la pre-registrazione on-line, è opportuno prendere contatto con lo Sportello Unico competente.
Scarica la guida: FEDERA - Guida alla registrazione.
Per un utilizzo occasionale del sistema è anche possibile accedere direttamente mediante CNS: dopo aver effettuato il login sulla schermata del sistema federa, è sufficiente selezionare la voce “oppure accedi direttamente utilizzando una smartcard”.

Che cos’è la firma digitale?
La firma digitale consente di scambiare in rete documenti con piena validità legale. Possono dotarsi di firma digitale tutte le persone fisiche: cittadini, amministratori e dipendenti di società e pubbliche amministrazioni.
Per dotarsi di firma digitale è necessario rivolgersi ai certificatori accreditati autorizzati da DigitPA che garantiscono l’identità dei soggetti che utilizzano la firma digitale.
Per approfondimenti visita il sito: http://www.digitpa.gov.it/firma-digitale

Che cos’ è la PEC?
La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un tipo speciale di e-mail che consente di inviare/ricevere messaggi di testo e allegati con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento.
La PEC fa risparmiare tempo e denaro, perché permette di scambiare documenti con valore legale, evitando sia di recarsi personalmente agli uffici, sia di spedire raccomandate postali. È per questo che la PEC è uno degli strumenti chiave per digitalizzare il lavoro delle amministrazioni pubbliche.
Le norme più recenti hanno esteso la portata della PEC, come strumento di scambio di documenti, dal solo ambito delle amministrazioni a quelli delle imprese, dei professionisti e dei cittadini.
Per approfondimenti visita il sito: http://www.digitpa.gov.it/pec

Posso usare una business key (chiavetta di firma) per firmare la pratica?
Si, il sistema supporta la firma sia mediante smartcard che mediante business key; per utilizzare una business key è necessario che il certificato di firma sia installato nel browser.
Su ogni chiavetta si possono trovare le istruzioni per acquisire il certificato permettendone l’utilizzo mediante applicazioni web.
Es. Per utilizzare la business key di Aruba per firmare le pratiche, è necessario:
- aprire il pannello di gestione di Aruba Key
- selezionare la voce "Utilities"
- selezionare "import certificato" e sguire l'installazione


Chi può presentare la pratica Suap?
La pratica può essere presentata da un qualunque utente che disponga di un certificato di firma digitale e che si sia registrato su Federa. Nel caso in cui l’utente non disponga di un certificato di firma digitale, deve attribuire procura speciale ad un soggetto registrato e in grado di firmare digitalmente (es. operatore di associazione di categoria, professionista, ecc.).

Come deve essere fatta la procura?
Durante la compilazione, inserendo correttamente i dati del procuratore e del soggetto rappresentato viene prodotto automaticamente dal sistema un modello di procura compilato (scaricabile nella schermata degli allegati).
Il modulo deve essere  stampato e sottoscritto dal soggetto rappresentato, scannerizzato e firmato digitalmente dal procuratore.
La procura speciale vale esclusivamente per la pratica in lavorazione e il relativo iter; il modello infatti presenta in calce il “codice pratica”.
  
Come accedo a SuapFE?
Il servizio è disponibile all’indirizzo: http://people2.provincia.fe.it
Per inviare pratiche in modalità digitale è necessario accedere come utente registrato.
Pertanto, tutte le volte che si vorrà utilizzare il servizio ed essere riconosciuti sarà necessario effettuare il login, fornendo i propri “nome utente” e “password” (il tasto di login si trova in alto a destra). Una volta cliccato il tasto login, il sistema prima presenta il seguente avviso: “uscendo dal procedimento si perderanno tutte le informazioni non salvate. Si desidera uscire ugualmente?” poi - cliccando su Esci - ridireziona sulla pagina di autenticazione di FedERa, il servizio di autenticazione regionale dell’Emilia-Romagna.

Posso accedere anche in modalità anonima?
Il sistema permette l’accesso anche in modalità ‘anonima’ ovvero senza che l’utente effettui il login. Questa modalità, utile per prendere visione delle modulistiche, delle normative di riferimento e degli allegati richiesti, non permette il salvataggio dei dati né l’invio telematico della pratica.

Come accedo a Federa?
Su Federa è necessario selezionare l’Ente presso cui si è effettuata la registrazione (es. Provincia di Ferrara), denominato “Gestore dell’Identità” (per maggiori dettagli si veda la Guida alla registrazione disponibile sul sito http://www.provincia.fe.it/suap) e cliccare su “Seleziona”.
Nel campo identificativo, digitare il nome utente scelto al momento della registrazione.
Nel campo password, digitare la password. Nel caso si sia dimenticata, selezionare “hai dimenticato la password?” e rispondere alla domanda proposta (scelta al momento della
registrazione).
Al termine della procedura di login si viene reindirizzati sul sistema SuapFE e si viene riconosciuti.

Come faccio a sapere se la consegna della pratica è andata a buon fine?
All’invio della pratica firmata digitalmente il sistema invia due mail all’utente:
1) ricevuta pratica people n. xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx da people2@provincia.ferrara.it che conferma che la pratica è stata presa in carico dal sistema.
2) POSTA CERTIFICATA: Fwd: CONSEGNA: SUAP: xxxxx - xxxxxxxxxxxxxxx Per conto di: provfetest3@pec.it - posta-certificata@pec.aruba.it che conferma che la pratica è arrivata alla PEC dell’ente di destinazione.
Questa seconda mail vale a tutti gli effetti come ricevuta di avvenuta consegna della pratica e costituisce titolo per iniziare l’attività in caso di SCIA, in conformità a quanto previsto dal DPR 160/2010.

Posso interrompere la compilazione senza perdere il lavoro fatto?
E’ vivamente consigliato salvare le pratiche man mano che si procede nella compilazione e comunque ogni qualvolta è necessario interrompere, anche per pochi minuti, la
compilazione stessa.
Il servizio web, infatti, per sua natura è soggetto alla ‘scadenza’ della sessione dopo vari minuti di inutilizzo.
Le pratiche salvate sono conservate nel contenitore “le mie pratiche”.

Gli allegati hanno caratteristiche specifiche di formato?
Di norma gli allegati devono essere prodotti in formato pdf.
Gli allegati che richiedono una firma possono essere caricati direttamente come p7m (file firmati digitalmente) da un tecnico o da chi firma il documento oppure possono essere firmati in cartaceo, scannerizzati e allegati come pdf (in questo caso l’allegato va corredato con la scansione del documento d’identità del dichiarante).

Come funziona il pagamento degli oneri?
In questa fase non è ancora possibile il pagamento degli oneri on line.
L’eventuale ricevuta di pagamento degli oneri deve essere caricata tra gli allegati liberi.

Quali sono i principali passaggi della compilazione della pratica?
Affinché la pratica sia completa devono essere effettuati i seguenti passaggi:
- Scelta del Comune destinatario;
- Scelta del settore di attività;
- Scelta operazioni (adempimenti da effettuare in relazione al settore scelto);
- Scelta eventuali allegati facoltativi (ciascun richiedente è tenuto a selezionare attentamente le opzioni proposte in relazione alla situazione specifica propria, dell’immobile e/o dell’attività. Questo passaggio è molto importante per garantire la completezza della pratica).
Una volta effettuate tali scelte a discrezione del richiedente, il sistema guida nella compilazione mediante controlli che impediscono l’avanzamento in caso di incompletezza dei dati inseriti.
Pertanto, affinché la pratica risulti completa e correttamente compilata, è bene prestare molta attenzione alle scelte di cui sopra.

Come si compila l’anagrafica?
L’utente autenticato che predispone la pratica, può agire:
- per conto proprio;
- in qualità di rappresentante di società/ditta individuale;
- in qualità di professionista/altro soggetto munito di procura;
A seconda dei casi, l’anagrafica presenta diverse maschere di compilazione:
- per conto proprio: è sufficiente verificare la completezza dei dati del richiedente (precompilati per l’utente autenticato);
- in qualità di rappresentante di società/ditta individuale: è necessario inserire anche la motivazione della rappresentanza e i dati dell’impresa (mediante il tasto “Salva e avanza nella compilazione dell’anagrafica”);
- in qualità di professionista/altro soggetto munito di procura: è necessario specificare la qualifica e il titolo (procura speciale ecc.). inoltre è necessario specificare i dati del soggetto rappresentato, persona fisica o giuridica.
In caso di procuratore è necessario allegare (nella pagina di caricamento degli allegati) la procura speciale e la dichiarazione di possesso dei requisiti morali e personali del soggetto rappresentato.

Documento pubblicato il 27/06/2011 - Ultimo aggiornamento: 11/01/2012
a cura di:
Nicoletta Cardi
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386