Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


NOTIZIE

sei in: Home Page > Altre news >
La presidente torna da Bruxelles con 4 milioni per l'Idrovia
La Nuova Ferrara  05/09/2013   ed. Nazionale  p. 14
Zappaterra torna da Bruxelles con 4 milioni
La commissione Ue cofinanzia il progetto Idrovia, ma resta il nodo del passaggio in città


Per essere il presidente di un ente in via di abolizione, la Provincia, Marcella Zappaterra si sta togliendo qualche soddisfazione.
Ieri ad esempio è tornata da Bruxelles con in tasca un assegno da 4 milioni di euro, a lei affidato dall'Ue anche in forza, colmo della beffa, «della chiarezza e continuità nella governance» riferita all'opera in questione, che è l'Idrovia.
I soldi dovranno in effetti essere spesi per metà nell'esercizio in corso e per il resto l'anno prossimo, quando non si sa ancora che fine faranno le competenze in capo al Castello.
«Questo non l'ho spiegato alla commissione europea - commentava Zappaterra durante il ritorno - di sicuro loro hanno apprezzato la nostra capacità di dare una prospettiva alla gestione dell'infrastruttura, grazie alla cabina di regia da noi costituita che funzionerà anche dopo lo svuotamento delle Province».
I 4 milioni di euro rappresentano il 10% di quanto già speso sul tratto Final di Rero-Porto Garibaldi dell'Idrovia, che pure sta subendo ritardi a causa della crisi dell'azienda Sarti-Pigaiani: è il co-finanziamento riconosciuto dall'Europa, attraverso l'Agenzia Te-T e la Dg Move, che era stato anticipato mesi fa dalla visita del coordinatore per le vie navigabili, Cesare Bernabei. Durante la visita a Bruxelles la presidente della Provincia ha incontrato lui e i tecnici Ue.
Il progetto Idrovia va dunque avanti anche se resta indeterminato lo snodo principale, cioè l'attraversamento della città. «Per il momento abbiamo l'impegno di far partire a inizio 2014 il progetto di sgombro dei fanghi del Volano - conclude Zappaterra - poi sarà il Comune a indicare le priorità».



Per gentile concessione
Documento pubblicato il 05/09/2013 - Ultimo aggiornamento: 05/09/2013
a cura di:
Francesco Lavezzi
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386