Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


NOTIZIE

sei in: Home Page > Altre news >
La Provincia cerca ingegneri e architetti per gli edifici danneggiati dal terremoto
Sono in tutto quattordici edifici, di cui nove scuole e il resto sedi istituzionali e palazzi storici, gli immobili di proprietà della Provincia danneggiati dal sisma del maggio 2012, per i quali l’amministrazione guidata da Marcella Zappaterra ha iniziato l’iter per il loro definitivo ripristino.
Nello specifico, l’ente che ha sede in Castello Estense ha dato il via alla procedura per la formazione di un elenco di professionisti per l’affidamento di incarichi di ingegneria ed architettura.
Chi ha i requisiti richiesti ha tempo per iscriversi fino al 19 dicembre, mentre le gare per il conferimento degli incarichi si svolgeranno a gennaio 2014.L’avviso pubblico è già in pubblicazione sul sito istituzionale della Provincia all’indirizzo: http://www.provincia.fe.it/sito?nav=67.
Per l’operazione sono stati interessati gli Ordini professionali degli architetti e degli ingegneri di Ferrara, oltre a quello dei geologi, il Collegio dei geometri e quello dei periti industriali.
Gli incarichi saranno affidati  in conformità con le disposizioni già definite tra il Commissario per la ricostruzione, Vasco Errani, e gli Ordini professionali nel luglio di quest’anno.
La partita complessiva sul territorio ferrarese riguarderà lavori di ripristino, messa in sicurezza antisismica e restauri, per complessivi 10,2 milioni.
Nove, dunque, le scuole interessate: istituto Riccioli Modigliani di Bondeno, il F.lli Taddia di Cento e gli istituti Carducci, Bachelet (sede e succursale ex Monti), Dosso Dossi, Vergani (sede e succursale ex Varano) e Ariosto di Ferrara. Di questi, il Dosso Dossi e ambedue gli edifici del Vergani sono sotto vincolo della Soprintendenza.
Gli altri immobili sono: Palazzo Polo (via Madama), il settore tecnico della Provincia in Corso Isonzo, Palazzo Giulio d’Este (sede della Prefettura), il Castello Estense e Palazzo Camerini (sede della Questura). Tutti immobili, questi ultimi, con vincolo della Soprintendenza.
Fra gli investimenti di maggiore entità che saranno realizzati, spiccano i quattro milioni che servono per il Castello Estense, 1,7 per Palazzo Camerini e 1,6 per la sede della Prefettura.
Tutti di importo entro i 350mila gli interventi per la messa in sicurezza che saranno realizzati negli edifici scolastici.
“Con la formazione dell’elenco dei professionisti – commenta l’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Davide Nardini – abbiamo avviato una procedura innovativa, perché consente a tutti coloro che hanno i requisiti, partendo dai professionisti ferraresi e dai giovani, di partecipare all’opera di ricostruzione post sisma”.
Documento pubblicato il 04/12/2013 - Ultimo aggiornamento: 06/12/2013
a cura di:
Francesco Lavezzi
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386