Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


NOTIZIE

sei in: Home Page > Altre news >
Il ministro Zanonato al convegno su Idrovia e turismo sostenibile
Una rassegna stampa
La Nuova Ferrara  08/02/2014   ed. Nazionale  p. 30
«Lavoriamo per i progetti dei Lidi»
L'annuncio del ministro Zanonato durante l'incontro a Estensi. La Regione: fatti i piani, in sei mesi le autorizzazioni


LIDO ESTENSI «Nelle prossime settimane metteremo a fuoco i progetti presentati, per arrivare ad una stretta finale e farli partire a breve». L'annuncio è del ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanotato, che ieri sera ha chiuso il convegno "La partnership pubblico/privato nel turismo sostenibile", svolto nell'aula magna dell'istituto Remo Brindisi di Lido Estensi. Nell'edificio scolastico, definito dal sindaco Marco Fabbri «la porta d'ingresso del sistema idroviario» si sono dati appuntamento ieri sera istituzioni e imprenditori locali che hanno candidato alcuni significativi progetti al ministero dello Sviluppo economico, nel segno del turismo sostenibile, «destinati a cambiare radicalmente il volto della costa», come ha sottolineato la presidente della Provincia Marcella Zappaterra. Grazie al contratto di sviluppo presentato al ministero e forte di 184 milioni di investimenti privati, con il convegno di ieri si è voluta testimoniare «una forte iniezione di fiducia» per il territorio, come, ha ricordato l'assessore provinciale al Turismo Davide Bellotti, mettendo in luce la grande opportunità di crescita dell'economia turistica della costa attraverso l'accordo territoriale illustrato ieri sera. Cicloturismo, navigazione e turismo balneare si inseriscono nel rilancio e nella riqualificazione del litorale comacchiese all'interno della candidatura MaB Unesco del Parco del Delta del Po, che abbraccia Veneto ed Emilia -Romagna. L'impegno assunto dal ministro Zanonato dovrebbe dunque tradurre in tempi brevi l'accordo territoriale sottoscritto tra Comune e imprenditori local, che in una sala gremitissima hanno illustrato i loro progetti.). «Dopo i 20 milioni di euro spesi per riqualificare la zona della darsena, - ha aggiunto la presidente Zappaterra nel suo intervento di apertura - capaci di trasformare questa zona in una cittadella turistica con servizi pubblici, nuovo polo scolastico legato alle professioni del mare e settore diportistico con nuovi spazi». In attesa del grande lancio promozionale all'Expo di Milano del prossimo anno, l'area del Delta si accinge a divenire la decima con il fregio Mab Unesco, uno scrigno che racchiude ambiente, cultura, gastronomia e turismo. «I veri protagonisti qui oggi sono gli imprenditori - ha commentato il sindaco Marco Fabbri - comacchiesi o che operano qui da tempo e vogliono cambiare pagina. Il territorio è delicato, con molta disoccupazione e necessita di programmazione. Con il distretto turistico decollato nei giorni scorsi - ha aggiunto - ora tocca alle istituzioni dare tempi certi agli imprenditori che investono perché credono nel territorio e chiedono certezze». L'assessore regionale al Turismo Maurizio Melucci si è detto certo che «il turismo è il comparto strategico per lo sviluppo economico e il Distretto turistico della costa emiliano romagnola è il più importante d'Europa. Quando siete pronti con i progetti - ha lanciato una promessa - noi siamo pronti a darvi le autorizzazioni in 6 mesi». Ted Tomasi ha presentato 5 dei progetti candidati ai finanziamenti ministeriali, il primo dei quali (capofila) vede la creazione di un villaggio su una superificie di 40 ettari tra l'Acciaioli e il mare, destinato a portare un incremento di 1 milione di presenze, ad impatto ambientale zero, con oltre 12mila nuovi alberi messi a dimora. È poi in cantiere il recupero dell'Hotel delle Nazioni, prelevato dalla società Mesusa srl rappresentata da Tomasi, in previsione di riqualificazione e potenziamento con oltre 200 camere. Sorgerà anche una residenza turistico alberghiera sempre a Nazioni, che include un impianto sportivo e 60 unità ricettive, in nome della riqualificazione delle seconde case. Luigi Mazzoni (Club Spiaggia Romea) ha presentato i progetti di riqualificazione di due aree a sud del lago delle Nazioni, dove conviveranno turismo, attività agricole e di pesca, allevamento di cavalli e attività turistiche con maneggio. La Fattoria degli Animali di Porto Garibaldi sarà rivoluzionata in struttura alberghiera, con centro wellness e alla Marina degli Estensi sorgerà un bed and breakfast boat , per pernottare sulle barche ormeggiate in darsena. Katia Romagnoli


QN - Il Resto del Carlino  08/02/2014  VITTORIA TOMASI ed. Ferrara  p. 16
«Ora il finanziamento al progetto turistico»
Lido degli Estensi, il ministro Flavio Zanonato al convegno sullo sviluppo della costa - di VITTORIA TOMASI

POSTI barca, canali navigabili, piste ciclabili, campeggi attrezzati e fattorie didattiche. Sarà questo il nuovo volto dei lidi grazie ad una importante partnership tra pubblico e privato organizzata in vista della creazione di un turismo sostenibile e responsabile. Ieri grande fermento per la visita del ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato al convegno organizzato a Lido degli Estensi. «Lo slogan 'Un nuovo modo di vedere il mondo' - ha spiegato la presidente della provincia Marcella Zappaterra riferendosi al titolo del convegno - non è solo legato alla comunicazione del progetto dell'Idrovia, ma anche a quella di un concetto che interpreta al meglio lo scenario futuro del territorio di Ferrara per il 2020 in cui saremo più europei, più green e sostenibili e maggiormente orientati alla crescita e all'occupazione». Grazie alla collaborazione tra pubblico e privato è infatti nato il Contratto di Sviluppo del Delta che prevede importanti investimenti di privati sul territorio per una cifra di 184 milioni di euro. «Gli investimenti sono consistenti - ha dichiarato Ted Tomasi, uno degli imprenditori che, insieme a Luigi Mazzoni dell'Hotel Spiaggia Romea, Tiziana Volta della Società Agricola La Collinara e Nora Carli del Porto Marina degli Estensi, ha presentato importanti progetti per il turismo sostenibile - e mirano a dare occupazione e a recuperare quei due milioni di presenze che il territorio ha perso». L'UNICA richiesta avanzata dai privati è però stata quella di avere la certezza delle procedure e dei tempi: «Ciò che uccide l'impresa è l'impossibilità di programmare». Una palla subito colta al balzo dall'assessore regionale al turismo Maurizio Melucci, che ci ha messo la faccia dichiarando: «Quando sarete pronti a presentare i progetti, noi saremo pronti a darvi le autorizzazioni di servizio. Questa è la nostra scommessa. Non diminuiremo i controlli ma aumenteremo l'efficacia delle procedure». Entusiasta del progetto anche il ministro allo Sviluppo Economico Flavio Zanonato: «Vedere così chiaramente come una parte pubblica e una parte privata sono determinate a portare avanti un progetto turistico è di notevole soddisfazione. Sul turismo bisogna puntare con una capacità sistematica che preveda investimenti e da questo punto di vista il progetto mi sembra di estremo interesse ed un idea su cui valga la pena di investire. Le idee dei villaggi, del porto possono produrre davvero un benessere a bassissimo impatto ambientale. Ora bisognerà andare nella direzione di un finanziamento: nei prossimi giorni faremo una messa a fuoco di questo progetto e cercheremo di dare un aiuto per farlo partire».
 

Servizio su Tg Telestense: http://www.telestense.it/turismo-ministro-zanonato-ai-lidi-intervista-esclusiva-0208.html  


Servizio su Tgr Rai Emilia Romagna: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-16b737bd-b106-4d9e-8a1e-53dab2e503d7-tgr.html#p=0    



Per gentile concessione
Documento pubblicato il 10/02/2014 - Ultimo aggiornamento: 13/02/2014
a cura di:
Francesco Lavezzi
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386