Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


NOTIZIE

sei in: Home Page > Altre news >
Sopralluogo nelle zone colpite dal sisma di Regione e Provincia
Si è svolto il sopralluogo istituzionale in alcuni comuni colpiti dal terremoto del 2012: Cento, Mirabello e Bondeno.
Hanno fatto parte della delegazione la presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, Palma Costi, il sottosegretario alla Presidenza della Regione, Alfredo Bertelli, e la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, accompagnata dagli assessori Stefano Calderoni (Protezione civile) e Davide Nardini (Lavori pubblici).
Gli altri comuni del territorio ferrarese nel cratere del sisma del maggio scorso, saranno visitati dopo le feste.
Al termine della visita sui territori la delegazione si è riunita nel primo pomeriggio in Castello Estense, per fare il punto della situazione post sisma.



Carlino Ferrara 11 dicembre 2013
Provincia e Regione in visita ai luoghi feriti dal terremoto
IL PUNTO IN MATTINATA AI PALAZZI DANNEGGIATI
Tour a Cento, Mirabello, Burana e Scortichino

di VALERIO FRANZONI UN TOUR istituzionale nelle zone colpite dal terremoto è stato compiuto ieri dal sottosegretario alla presidenza della Regione Alfredo Bertelli e dalla presidente dell'assemblea legislativa regionale, Palma Costi. Accompagnati dagli amministratori locali e dalla presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, sono stati effettuati sopralluoghi a Cento, Mirabello e Bondeno, nei palazzi danneggiati sui quali si sta lavorando per il recupero strutturale. A Cento la prima tappa è stata al Municipio, dove all'interno sono stati eseguite le prime opere: «Un'occasione per tornarci dopo tanto tempo - dice il sindaco Piero Lodi - e mostrare ai rappresentanti della Regione come sono stati spesi i soldi messi a disposizione. Credo che in poco tempo sia stato fatto molto, considerando la gravità delle ferite...». Il gruppo si è poi trasferito alla Pinacoteca sulla quale sono state eseguite importanti opere che consentono a chi passa all'esterno di farlo in piena sicurezza. A MIRABELLO è stata visitata la nuova scuola, realizzata con fondi regionali: «Abbiamo verificato i buoni passi sin qui svolti - dice il sindaco Angela Poltronieri - e ho ricordato che abbiamo approvato il piano delle opere pubbliche, inserendo i 5, 2 milioni per il nuovo polo scolastico. Inoltre, con la disponibilità del ministero dei beni culturali e soprintendenza ci siamo concentrati sulla messa in sicurezza della facciata della chiesa che ha permesso la riapertura della piazza e sul progetto della Fondazione Lercaro per realizzare una nuova chiesa temporanea». Il confronto ha riguardato anche la situazione delle aziende e dei cittadini che hanno perso la casa. NEL BONDENESE invece, la visita si è concentrata a Burana, dove sta risorgendo un'azienda agricola, e a Scortichino, che ospiterà una nuova scuola già in cantiere. Bertelli e Costi si sono poi intrattenuti in Provincia per fare il punto coi sindaci e il presidente Zappaterra ad un anno e sette mesi dal sisma: «L'incontro - spiega Zappaterra - è servito a tracciare il quadro di quanto fatto sinora, con la consapevolezza che tanti altri sono da compiere. C'è ancora un problema sul patto di stabilità, che auspichiamo venga allentato per dare una spinta alla ricostruzione». La giornata sarà sintetizzata in un video visibile per i cittadini sul sito della Regione.


La Nuova Ferrara 11 dicembre 2013
Sisma e ricostruzione L'Europa controlla
A Cento visita al Palazzo del Governatore e nella Pinacoteca Civica Il sindaco Lodi: iniziativa importante per fare il punto sui lavori eseguiti

CENTO Malgrado il freddo e l'umidità ieri mattina, per controllare lo stato dei lavori post terremoto, sono arrivati in visita in alcune zone dell'Alto Ferrarese, il presidente dell'assemblea regionale, Palma Costi, e il sottosegretario alla presidenza Alfredo Bertelli. Ad accompagnarli il presidente della Provincia Marcella Zappaterra e l'assessore provinciale Davide Nardini. La prima tappa è stata Cento e a riceverli in piazza Guercino c'erano il sindaco Piero Lodi, il presidente del consiglio comunale centese Vasco Fortini, il comandante della polizia municipale Fabrizio Balderi e tutto lo staff dell'ufficio Tecnico comunale. «Faremo una ricognizione - ha spiegato Marcella Zappaterra - insieme ai rappresentanti della Regione per fare il punto visivo sulla situazione in merito ai lavori del post terremoto. Quelli che sono stati eseguiti e quelli che serviranno per completare il tutto. Dopo il sopralluogo qui a Cento ci recheremo anche nel Bondenese e a Mirabello. Nel pomeriggio, poi, incontreremo nella sede della Provincia anche tutti i sindaci dei Comuni ferraresi che hanno subito danni dagli eventi sismici». La delegazione dopo un giro di ricognizione nel centro della città ha puntato verso il palazzo del Governatore una struttura che è già parzialmente agibile. Il porticato e i negozi del piano terra sono già agibili ed utilizzati mentre i merli, che coronano tutto l'edifico, in parte sono stati abbattuti, perché non più recuperabili, ed il restante è stato messo in sicurezza anche se, a protezione di imprevisti, una piccola parte di piazza del Guercino è ancora transennata. Al piano superiore, dove erano ubicati i servizi del settore Cultura del Comune, il solaio ed il sottotetto non sono ancora agibili e necessitano di un grosso intervento e per l'anno prossimo è prevista una prima fase del costo di circa un milione di euro. Una perlustrazione è stata effettuata anche all'interno della sede comunale, dove impalcature, transenne e tiranti sono stati installati ovunque. Mentre la nutrita delegazione si spostava all'interno del centro storico sono stati parecchi i passanti che hanno voluto esprimere, a voce alta, il loro consenso nel vedere che gli amministratori pubblici si stavano sincerando, di persona, sulla situazione in atto. C'è stato anche chi, vedendo la folta delegazione, è uscito preoccupato dal proprio negozio chiedendo informazioni perché pensava che la presenza delle delegazione fosse dovuta a qualche grosso imprevisto. «Molto importante - ha detto il sindaco Piero Lodi - questa presenza sul territorio di rappresentanti della Regione, che non sono arrivati per far passerella ma per vedere, con i propri occhi, quanto del lavoro progettato è stato eseguito e quanto resta da fare. Tutti gi interventi effettuati per rinforzare e mettere in sicurezza gli edifici sono funzionali alle attività dei cantieri nella logica della ricostruzione. Cioè tutte le armature, tiranti e rinforzi sono stati posati in modo che, quando inizierà la seconda parte dei lavori, l'impresa incaricata non dovrà smontare niente e neppure aggiungere rinforzi per la sicurezza perché si troverà in condizione di iniziare subito i lavori. Significa che i soldi chiesti li abbiamo spesi con cognizione di causa». Nella visita all'interno della Civica Pinacoteca, poi, la delegazione regionale ha potuto constatare come l'edificio abbia riportato danni che sono decisamente superiori a quanto possa apparire dall'esterno. Tutte le grandi opere che conteneva, tra cui tanti lavori del Guercino, sono ora esposti in mostre in giro per il mondo oppure al sicuro in un caveau privato de Bologna. Un'occhiata è stata data anche al teatro comunale: servirà 1,5 milioni di euro per riportarlo all'antico splendore. Giuliano Barbieri


Per gentile concessione
      
Documento pubblicato il 10/12/2013 - Ultimo aggiornamento: 11/12/2013
a cura di:
Francesco Lavezzi
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386