Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


NOTIZIE

sei in: Home Page > Altre news >
Toyota investe 3,5 milioni e crea 100 posti di lavoro ad Ostellato
Regione e Provincia collaborano col sistema Formazione professionale
Un investimento da 3,5 milioni di euro e cento posti di lavoro nuovi di zecca, a partire da aprile prossimo fino al 2016.
È il piano di sviluppo e crescita messo in campo da Lte (Lift Truck Equipment spa) di Ostellato, società produttrice di montanti, ossia le parti anteriori dei carrelli elevatori.
Presente sul mercato da oltre trent’anni, nel 2005 Lte è acquisita da Cesab carrelli elevatori spa, finché entrambe entrano a far parte di Tico, Toyota Industries Corporation, il gruppo del marchio nipponico primo costruttore mondiale di carrelli elevatori, con un fatturato da 15 miliardi e 47mila dipendenti.
L’investimento nello stabilimento in area Sipro ad Ostellato, forte a sua volta di un volume d’affari di 42 milioni nell’ultimo anno e con 240 dipendenti al proprio attivo, è frutto di una collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e con la Provincia di Ferrara.
“Le figure professionali di cui abbiamo bisogno – ha ricordato il direttore generale Lte, Stefano Cortiglioni – vanno dal programmatore, al progettista, al verniciatore, al carpentiere, all’esperto in logistica”.
“Tre milioni e mezzo può sembrare una cifra non di notevole entità – ha puntualizzato il vicepresidente di Toyota Europa, Ambrogio Bollini – ma ciò su cui puntiamo maggiormente è l’efficienza; non è tanto importante investire molto – ha continuato – ma bene”.
Una strategia complessiva che punta a raggiungere i 22mila pezzi da realizzare il prossimo anno, rispetto ad una media produttiva di 5 – 6mila prima dell’ingresso del modello organizzativo Toyota in azienda.
Il segreto di risultati così evidenti ottenuti con l’utilizzo dello stesso spazio e, in sostanza, identici impianti, lo ha spiegato l’assessore regionale alla Scuola e Formazione professionale, Patrizio Bianchi. “Occorre puntare sulla formazione – ha detto – per un’organizzazione che impara a sua volta un nuovo modo di produrre in grado di innovare anche il proprio cliente”.
Ruolo della Regione nella partita è quello di finanziare, appunto, un piano formativo per favorire il programma di nuove assunzioni.
Pure la Provincia fa parte della filiera istituzionale che collabora al piano Toyota.
“Ferrara è la dimostrazione – ha dichiarato la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra – che laddove la Formazione professionale funziona si attirano investimenti, anche in tempi di crisi economica”.
Chiaro il riferimento al coinvolgimento dei Centri per l’impiego che affiancheranno la ditta incaricata da Lte di selezionare il personale idoneo da avviare alla formazione, che inizierà direttamente in azienda, prima del definitivo inserimento nella pianta organica dello stabilimento.
Nel frattempo sono 140 i curricula arrivati, che saranno presto oggetto di esame per selezionare le figure professionali più vicine alle esigenze di Lte.
Soddisfazione, infine, ha espresso il sindaco di Ostellato, Andrea Marchi, per una buona notizia che arriva dal mondo economico, imprenditoriale ed occupazionale.
“Una boccata d’ossigeno – l’ha definita la presidente della Provincia – specie per un territorio che conta ben 11mila fra posti di lavoro non creati e persi negli ultimi anni”.



SEGUE COMUNICATO DIFFUSO DALL'UFFICIO STAMPA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

Formazione. Toyota investe nello stabilimento Lte di Ostellato e accede ad una misura della Regione Emilia-Romagna che finanzia la formazione per i nuovi assunti. L'assessore Bianchi: "Avere puntato massicciamente sulla scuola e sulla formazione restituisce buoni frutti sul fronte dell'occupazione"

Bologna - "La Regione Emilia-Romagna ha attivato una misura che consente a tutte le aziende che intendono investire per creare nuova e migliore occupazione sul territorio regionale di accedere ai finanziamenti per strutturare percorsi formativi necessari ad adeguare le competenze del nuovo personale. A questo dispositivo l'azienda Lte, che fa parte del gruppo Toyota Industry, ha già aderito attraverso l'ente di formazione accreditato Centoform, proponendo un progetto formativo che permetterà di rendere disponibili all'impresa le risorse necessarie". Così ha spiegato questa mattina l'assessore regionale alla Formazione e al Lavoro Patrizio Bianchi, intervenendo alla presentazione del progetto presso la sede di Lte (Lift Truck Equipment spa) a Ostellato, in provincia di Ferrara. Il piano presentato da Lte prevede un centinaio di nuove assunzioni e un investimento da parte della Regione di oltre 200 mila euro di risorse del Fondo Sociale Europeo."Nel rapporto con Toyota - ha aggiunto Bianchi - ancora una volta si è dimostrato in primo luogo che importanti aziende multinazionali apprezzano una filiera istituzionale unita nella capacità di valorizzare le persone, ma anche che l'aver investito massicciamente sulla scuola e sulla formazione restituisce in modo significativo sul fronte occupazionale". /BM
Documento pubblicato il 11/03/2014 - Ultimo aggiornamento: 11/03/2014
a cura di:
Francesco Lavezzi
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386