Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


NOTIZIE

sei in: Home Page > Altre news >
Idrovia: il nodo del progetto Darsena a Ferrara
Una replica a La Nuova Ferrara
Dire, come sostiene Paolo Dal Buono (vedi articolo de La Nuova Ferrara in allegato), che gli interventi sull’idrovia sono stati fino a oggi “solo rotonde e ponti”, è decisamente ingeneroso.
Posto che un ponte rifatto a quota superiore della precedente o in forma apribile è un ostacolo in meno alla navigazione fluviale, commerciale e diportistica, gli interventi sino a oggi eseguiti nell’ambito dei lavori di ammodernamento dell’Idrovia ferrarese hanno portato a condizioni di navigabilità molto migliori di quelle di due o tre anni fa.
Non pensiamo che il prof. Dal Buono sia così distratto da dimenticare quali spazi, e di che qualità, ci sono oggi, per il diportismo nel porto di Portogaribaldi o quanto siano mutate le condizioni di accessibilità di tutto il tratto idrovia rio a valle di Valpagliaro.
Certamente restano ancora molte difficoltà da risolvere, così come è necessario proseguire la costante ricerca di finanziamenti per completare tutta l’opera di ammodernamento dell’Idrovia, da Pontelagoscuro sino al mare.
Dalla metà dello scorso anno sono iniziate anche le attività sul tratto urbano di Ferrara. Attività che a oggi hanno portato all’individuazione della quantità e qualità esatta dei fanghi di fondo da rimuovere (anche per la Darsena di S. Paolo), delle modalità per trattarli e smaltirli (gara in corso, scadenza al 9 settembre), all’individuazione di tutti i sottoservizi da rimuovere o spostare con un’ottima intesa con tutti gli enti gestori degli stessi, alla progettazione esecutiva delle due nuove botti sotto il Boicelli (appalti previsti per la primavera 2016) e per il rifacimento come apribile della passerella ferroviaria di collegamento con il polo industriale.
Tutti elementi che porteranno alla rimozione di ostacoli, anche sul fondale, alla navigazione fluviale da e per il fiume Po, vale a dire da e per il collegamento con il sistema idroviario di Lombardia e Veneto, cui il diporto ferrarese ha evidentemente interesse ad accedere.
Come può capire chiunque, si tratta d’interventi complessi, resi ancora più ardui dalla situazione di forte cambiamento in cui la Provincia si è venuta a trovare in questo 2015, ma che hanno come unico obiettivo finale il ripristino di funzionalità dell’intero tratto urbano dell’Idrovia, Darsena compresa.


Arch. Moreno Po
dirigente della Provincia di Ferrara
settore Pianificazione territoriale, Turismo
Programmazione strategica e Progetti speciali
Documento pubblicato il 02/09/2015 - Ultimo aggiornamento: 02/09/2015
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386