Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


PROTOCOLLO DI BUONE PRASSI per L'ACCOGLIENZA DEI MINORI ADOTTATI IN AMBITO SCOLASTICO
La Provincia di Ferrara ha costituito e coordinato i lavori di un Tavolo interistituzionale che ha avuto il compito di elaborare un Protocollo di Buone Prassi affinché fosse condiviso a livello istituzionale - e non solo - un persorso comune per favorire una migliore e corretta accoglienza e inserimento dei minori adottai all'interno delle nostre realtà educative.
Con la firma del Protocollo di Buone Prassi per l’accoglienza in ambito scolastico dei minori adottati, (30 ottobre 2009) trova compimento il lavoro svolto dal Tavolo di lavoro interistituzionale, istituito dalla Provincia e di cui fanno parte referenti qualificati dell’AUSL-SMRIA di Ferrara, dell’Ufficio Scolastico Provinciale, di alcune dirigenze scolastiche del territorio provinciale, del Centro Servizi alle Persone di Ferrara, oltre all’Azienda di Servizi alle Persone (ASSP) dei Comuni del Copparese, al dirigente della Gestione associata servizi e funzioni assistenziali (GASFA), al Comune di Bondeno, dell'Associazione di famiglie adottive e affidatarie "Dammi la mano"  e agli enti autorizzati convenzionati con questa  Provincia per la conduzione dei gruppi di informazione e formazione alle coppie candidate all'adozione internazionale.
Dopo aver promosso un ciclo  di incontri distrettuali, nella primavera del 2008,  e di sensiblizzazione sul tema presso le scuole primarie, il Tavolo interistituzionale di lavoro - sollecitato dall'interesse dimostrato nel corso degli incontri formativi suddetti -  ha proseguito nel percorso intrapreso con lo scopo di elaborare un Protocollo di Buone prassi per accompagnare in modo adeguato  l'inserimento del minore adottato nel contesto socio educativo di riferimento.
L’impegno dell’organismo continua ora con l’intento di consolidare il percorso di collaborazione intrapreso, per monitorare l’efficacia  del protocollo sottoscritto da tutti i componenti e per organizzare, d’intesa con il mondo della scuola, momenti di formazione specifica allo scopo di favorirne una puntuale e corretta applicazione.
La realtà dell’adozione internazionale è stata recentemente oggetto   di una  ricerca-studio,  promossa dalla Provincia di Ferrara, che ha interessato  217 famiglie adottive ferraresi, che negli ultimi 15 anni hanno adottato complessivamente 272 minori fra bambini e adolescenti. 

Passare con il mouse sulle icone per visualizzare i dettagli

Legenda:

Documento pubblicato il 01/03/2010 - Ultimo aggiornamento: 04/03/2011
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386