Sp 24: c’è l’accordo tra Provincia e Consorzio di Bonifica ma prima occorre irrigare i campi

Il problema della Sp 24 nel tratto tra Alberone e Guarda, interessata da un movimento franoso, è noto alla Provincia (vedi articolo La Nuova Ferrara di martedì 2 aprile 2019 in allegato).

Come prevede la convenzione con il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, vale a dire la compartecipazione al 50 per cento dei costi per il ripristino delle carreggiate danneggiate dal cedimento delle sponde dei canali consortili che le costeggiano, l’accordo raggiunto tra i tecnici dei due enti avrebbe già prodotto l’apertura del cantiere, almeno nei tratti più urgenti, se nel frattempo non fosse intervenuto il problema siccità.

L’urgenza, infatti, di irrigare i campi nella zona per salvaguardare le colture agricole in corso, ha richiesto l’innalzamento del livello d’acqua nel canale che costeggia quel tratto di Sp 24.

Operazione cui ha provveduto l’ente consortile, che però non ha consentito il parallelo avvio del cantiere, sempre per mano del Consorzio.

È stato concordato, quindi, di dare priorità alla fase d’irrigazione prima di sistemare, in una decina di giorni circa, i tratti della Sp più urgenti. In seguito sarà completato l’intervento lungo i 400 metri circa di viabilità provinciale sui quali si è verificato il problema e ripristinare le condizioni di sicurezza stradale.

Un intervento complessivo che è stato stimato dai tecnici di Provincia e Consorzio attorno ai 100mila euro.

Allegato: