Riforma Province e Linee guida per il nuovo testo unico degli enti locali

Sul tema Province e riforme Upi incontra i sindacati confederali di Cgil, Cisl e Uil. Al centro dell'incontro la riorganizzazione delle funzioni, garanzia delle risorse per i servizi essenziali ai cittadini, valorizzazione del patrimonio di professionalità del personale delle Province, rilancio degli investimenti locali, avvio di una stagione di semplificazione amministrativa. Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Upi nazionale all'indirizzo: https://www.provinceditalia.it/province-e-riforme-lupi-incontra-i-sindacati-confederali/

Inoltre, i risultati dell'ultima riunione del tavolo tecnico-politico per le modifiche al Testo Unico degli Enti Locali: differenziare obblighi e funzioni, superando le frammentazioni attuali, mercoledì 13 marzo.

Enti Locali: delineate le Linee guida per la riforma del TUEL
I risultati dell'ultima riunione del tavolo tecnico-politico per le modifiche al Testo Unico degli Enti Locali: differenziare obblighi e funzioni, superando le frammentazioni attuali

Mercoledì scorso si è riunito il tavolo per la stesura delle Linee guida del Testo Unico degli Enti Locali, presieduto dal sottosegretario del Ministero dell'Interno Stefano Candiani (l’evento segue l’incontro avvenuto il 27 febbraio, incentrato perlopiù sulle Province: http://www.interno.gov.it/it/notizie/revisione-testo-enti-locali-candiani-parte-province). Tra gli interventi di spicco si ricordano i rappresentanti di ANCIUPI, delle Regioni, i vertici del Gabinetto del Ministro e del Dipartimento Affari Interni e Territoriali.

Oneri semplificati e differenziati, transizione digitale, razionalizzazione             
Nell’ottica di integrare le posizioni espresse da ANCI e UPI nelle scorse settimane, sono state approvate le Linee guida sulla semplificazione degli oneri per la gestione amministrativa degli Enti Locali. Tra i punti: la differenziazione degli obblighi tra Enti Locali di grande e piccola dimensione, l'accelerazione della transizione digitale e la razionalizzazionedegli adempimenti informativi e delle banche dati esistenti.
"Questo è un nuovo punto di arrivo, da consegnare poi al Legislatore, su cui articolare la modifica del Testo Unico degli Enti Locali per garantire un alleggerimento di oneri e incombenze che negli anni si sono sovrapposti, spesso in maniera incoerente rispetto alla capacità degli stessi Comuni, specie i più piccoli, di farvi fronte", dichiara il Sottosegretario Candiani.

Province e Città metropolitane 
Particolarmente urgente è stato avvertito il tema delle Province e delle Città metropolitane. "Si è trovata ulteriore conferma sulla necessità di differenziare le funzioni e il ruolo istituzionale dei due Enti rispetto al territorio e ai Comuni - fa sapere Candiani - superando l'eccessiva frammentazione determinata oggi da innumerevoli ambiti territoriali. Una frammentazione che ha portato a un sostanziale fermo delle attività e della gestione dei servizi. Occorre ancora condivisione e bisogna – inoltre – mettere a fuoco le funzioni, ma appare evidente che si può superare l'attuale stato di torpore nel quale sono cadute Province e Città metropolitane disegnando ex novo i confini delle rispettive competenze e degli organismi di governo". 
I lavori, come da calendario, proseguiranno giovedì 28 marzo.