Polizia provinciale: 4 sanzioni per violazione divieto di pesca

 

Nelle prime due notti nelle quali non si poteva pescare dalle 21 alle 4 del mattino, per consentire la riproduzione della carpa, intensa è stata l’attività della Polizia Provinciale di Ferrara. Complessivamente sono stati elevati 5 verbali, nell’ambito dei  servizi di controllo inerenti le misure urgenti per il contenimento della diffusione del virus Covid-19, predisposti dalla Questura di Ferrara.

Sono state elevate quattro sanzioni per aver violato il divieto di pesca nella fascia notturna e recuperato 3 tramagli di piccole dimensioni ed altrettanti “ombrelli” di rete per la cattura delle anguille e dei gamberi, abbandonati in mezzo alla vegetazione.

Mentre nella notte fra venerdì e sabato i controlli sono stati abbastanza tranquilli contestando ad un rumeno che risiede a Bologna ed un altro abitante a Bagnacavallo i 533 euro per la violazione alle norme covid-19 ed i 102 euro per la pesca notturna, gli interventi della scorsa notte sono stati molto più complessi.

Il primo alle Vallette di Ostellato, quando già i Carabinieri stavano sanzionando dei pescatori con le macchine sull’argine, la pattuglia della Polizia Provinciale ha recuperato altri 3 rumeni che si erano nascosti e recuperato gli attrezzi di pesca.

Poi successivamente sul canale Circondariale c’era un moldavo ed altri connazionali, uno dei quali visibilmente alterato dall’assunzione di alcool.

Chiesto l’importante aiuto dei Carabinieri della compagnia di Portomaggiore uno dei moldavi, sprovvisto di permesso di soggiorno, è stato portato via dai militari dell’Arma per i provvedimenti del caso. Complessa la conclusione della verbalizzazione ai restati occupanti dell’argine di nazionalità moldava che sia annunciando minacce di denunce che riprendendo con telecamere hanno rallentato l’attività delle due pattuglie che tuttavia non hanno completato l’attività sanzionatoria in ogni sua parte.

“Esprimo gratitudine ai Carabinieri per la consueta ed efficace collaborazione ai colleghi ed un grazie ai miei uomini per l’impegnativo compito – conclude il comandante della Polizia Provinciale Claudio Castagnoli – e l’impegno a far rispettare le regole a tutti. Grazie ai pescatori emiliano romagnoli ed ai loro associati per aver rispettato il fermo pesca alla carpa negli orari notturni”.

 

Comunicato a cura del comandante della Polizia provinciale Claudio Castagnoli

Allegato: 

Polizia prov1.jpg (149.39 KB - jpeg)
Polizia prov2.jpg (137.19 KB - jpeg)
Polizia prov.jpg (204.56 KB - jpeg)