Ok dalla Regione per i 62 milioni dell’Idrovia Ferrarese

 

La Legge di bilancio dello Stato approvata in Parlamento lo scorso dicembre, ha sbloccato l’avanzo di bilancio della Regione Emilia-Romagna, di cui 62 milioni corrispondono alle risorse dell’Idrovia Ferrarese.

È l’esito dell’incontro avvenuto in viale Aldo Moro tra l’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile, insieme a Provincia e Comune di Ferrara.

“Una buona notizia – commentano la presidente della Provincia Barbara Paron, e l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Andrea Maggi – che tutti attendevamo, per il prosieguo dei lavori relativi all’Idrovia”.

Con lo sblocco dei 62 milioni per la realizzazione dell’asta fluviale che va dalla conca di Pontelagoscuro fino a Portogaribaldi, infatti, possono ora avere semaforo verde una serie d’incontri per affrontare i vari aspetti tecnici e di fattibilità relativamente al raggiungimento degli obiettivi di messa in sicurezza idraulica e valorizzazione turistica del territorio.

Tutti passi che sono indispensabili per l’affidamento dei lavori, con particolare priorità a quelli della Darsena di San Paolo, vera e propria porta d’accesso e biglietto da visita per la città e l’intero territorio provinciale.

“Si tratta di una zona strategica del nostro territorio – sottolinea a questo proposito il sindaco Alan Fabbri – per la quale sono previsti interventi importanti già delineati nel Piano delle Periferie.

“Grazie alla Legge di bilancio e allo sblocco dei fondi – aggiunge la consigliera regionale Marcella Zappaterra – possono finalmente riprendere i lavori che sono rimasti fermi e questo è importante perché una parte significativa  della riqualificazione della città e del territorio passa attraverso l’Idrovia su cui da tempo siamo impegnati”.