In audizione al Senato ok di Upi al Decreto Agosto

Ma per le scuole servono ancora risorse

 

“Il lavoro di concertazione e collaborazione con il Governo ha finalmente portato i primi risultati per le Province: nel decreto ‘Agosto’ sono previsti 450 milioni per garantire il ripiano dei mancati gettiti tributari delle Province e Città Metropolitane, e sono previsti nuovi fondi e misure per far ripartire gli investimenti. Al Parlamento chiediamo uno sforzo in più: di aiutarci a riportare in classe in presenza tutti i 2 milioni e 500 mila ragazzi delle scuole superiori, garantendo a Province e Città metropolitane tutti le risorse necessari per coprire il fabbisogno rilevato per gli affitti degli spazi per le scuole”.

Lo dichiara il Presidente dell’UPI Michele de Pascale, esprimendo un parere complessivamente positivo sul cosiddetto Decreto Agosto, su cui l’UPI è chiamata oggi in audizione alla Commissione Bilancio del Senato.... Il testo integrale del comunicato all'indirizzo: https://www.provinceditalia.it/decreto-agosto-lupi-in-audizione-al-senato-accolte-richieste-di-province-ma-per-la-ripresa-delle-scuole-servono-ancora-risorse/

Sempre sul tema Scuola, via libera di Upi al documento del Gruppo di lavoro ISS con le indicazioni sul rientro a settembre.

“Il documento redatto dal Gruppo di Lavoro ISS è condivisibile nei contenuti e nelle finalità e rappresenta un ulteriore tassello del lavoro impegnativo che in questi mesi è stato condiviso da Governo, Regioni ed Enti locali, con l’obiettivo di assicurare la ripresa dell’anno scolastico in presenza per gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado. Il nostro parere sul documento è dunque positivo, condividendo le raccomandazioni delle Regioni”.

Lo ha detto il Presidente dell’UPI Michele de Pascale intervenendo alla Conferenza Unificata in cui insieme a Regioni e Comuni le Province hanno espresso il parere sul  documento “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia”. “In particolare – ha aggiunto de Pascale – per quanto attiene la didattica a distanza ribadiamo, chiaramente che questa potrà essere utilizzata come estrema soluzione ...".

Il testo integrale del comunicato all'indirizzo: https://www.provinceditalia.it/scuola-dalle-province-via-libera-al-documento-del-cts-con-le-indicazioni-sul-rientro/