Acquistati tre nuovi automezzi alimentati a metano per i cantonieri e per il reparto officina

 

La Provincia ha acquistato e consegnato ai distretti per la viabilità di Codigoro e Vigarano Mainarda due nuovi Fiat Fiorino e un nuovo Fiat Doblò, tutti alimentati a metano, per i servizi interni di officina meccanica.

I nuovi automezzi, interamente finanziati dal bilancio dell’Amministrazione che ha sede in Castello Estense, sono costati complessivamente 45mila euro e andranno a sostituire altrettanti veicoli vecchi e malfunzionanti.

La scelta di veicoli a gas metano è dovuta al rispetto di un obbligo di legge che impone agli enti pubblici acquisti di veicoli eco-compatibili in percentuale almeno del 25 %, oltre all’obiettivo di ridurre emissioni e consumi del proprio parco mezzi.

Oggi la Provincia di Ferrara ha 3 veicoli a gpl, 7 a metano e uno ibrido, vale a dire circa un terzo del parco autovetture ecologico.

Entro un paio di anni l’intero servizio viabilità avrà solo autovetture a metano (con il miglior rapporto costo d’acquisto-spesa nei consumi), oltre quindi i limiti di legge.

Con il ripristino dal governo degli stanziamenti del governo, anche se tuttora insufficienti, è anche stato possibile mettere nero su bianco un programma acquisti di altri mezzi necessari, visto che l’attuale parco (autocarri compresi) in dotazione alle squadre dei cantonieri nei quattro distretti della viabilità sul territorio – Copparo, Portomaggiore, Codigoro e Vigarano – presenta età medie dai 10 fino ai 20 anni di servizio, con motori che hanno centinaia di migliaia di chilometri sulle spalle.

In particolare, l’Amministrazione provinciale conta di acquistare entro l’anno prossimo altri tre nuovi autocarri, che andranno distribuiti in modo omogeneo sul territorio.