Esito gara del 27/06/2016 - Fornitura sistema dragante

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA DRAGANTE PER LA SACCA DI GORO NELL'AMBITO DEL PROGETTO LIFE13 NAT/IT/000115 COASTAL LAGOON LONG TERM MANAGEMENT (ACRONIMO AGREE) - COD. CUP J66J14000140001 - Cod. CIG 6497264FDA. Importo a base di gara: € 600.000,00 I.V.A. esclusa

AVVISO DEL 25/8/2016
Aggiudicazione definitiva:
 Determinazione del Dirigente del Settore Pianificazione territoriale, turismo, programmazione strategica e progetti speciali n. 2269 del 22/8/2016

Si veda in calce, nella sezione "Da scaricare", la determina di aggiudicazione.

*****

Aggiudicazione provvisoria
In esito alla seduta di gara del 27/6/2016, l'appalto è stato aggiudicato alla ditta DRAGOMAR S.r.l. con sede in Porto Viro (RO) per l'importo offerto di Euro 560.000,00.

Ditte partecipanti: n. 1
_______________________________

PROCEDURA APERTA per la  FORNITURA DI UN SISTEMA DRAGANTE PER LA SACCA DI GORO NELL’AMBITO DEL PROGETTO LIFE13 NAT/IT/000115 “COASTAL LAGOON LONG TERM MANAGEMENT” (ACRONIMO AGREE).COD. CUP J66J14000140001 - Cod. CIG 6497264FDA.

Importo a base di gara: € 600.000,00 I.V.A. esclusa.

Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nel disciplinare di gara.

Termine per  la presentazione delle offerte: ore 13 del 15/03/2016
Prima seduta di gara: ore 10 del 17/03/2016

Bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea n. 2016/S 001-000320 del 2/1/2016.

Informazioni tecniche sull’appalto potranno essere richieste, previo appuntamento, presso l’Ufficio Acque Costiere ed Economia Ittica di questo Ente – Corso Isonzo 105/a – Ferrara, tutti i giorni feriali escluso il sabato dalle ore 9 alle ore 13.
Referenti tecnici: 
- Dott. Geol. Stefano Lovo - Cell. 366/6871166 - Tel. 0532/299571 - E-mail: stefano.lovo@provincia.fe.it - Fax 299553;
- Arch. Shahram Kharabi – Cell. 366/6320469 - Tel. 0532/299561 – E-mail: shahram.kharabi@provincia.fe.it

Per chiarimenti e informazioni di carattere procedurale sul presente appalto il concorrente potrà rivolgersi all’Ufficio Appalti, gare e contratti (Tel. 0532/299457-486 - Fax 0532/299412 - e-mail: ufficio.contratti@provincia.fe.it - tutti i giorni feriali escluso il sabato dalle ore 9 alle ore 13).

Chiarimenti in ordine alla presente procedura possono essere inviati per iscritto via e mail al seguente indirizzo ufficio.contratti@provincia.fe.it.
A tali quesiti si provvederà a dare risposta scritta al richiedente; i quesiti e le relative risposte saranno pubblicate in calce a questa pagina.

RISPOSTE A QUESITI SULL’APPALTO

Quesito n. 1:
Si chiede se il fornitore abbia la possibilità nel corso della gara di appalto di integrare e completare eventuale documentazione tecnico-amministativa della draga e/o delle forniture aggiuntive la cui presentazione è richiesta dall’art. 9.2 del Disciplinare di gara.
RISPOSTA:
Come previsto espressamente all’art. 9.2 del Disciplinare di gara “Tutti i documenti, certificazioni, ecc. di cui sopra potranno essere oggetto di richieste, da parte della Commissione giudicatrice, di chiarimenti e integrazioni a completamento della documentazione presentata”. Ove, a giudizio della Commissione, si rilevi la necessità di integrare o completare la documentazione o la descrizione tecnica dei prodotti offerti al concorrente sarà assegnato un congruo termine per la presentazione dei necessari chiarimenti.
Tale disposizione è altresì espressamente prevista agli artt. 1.19, 5.12 e 6.13 del Capitolato Speciale di fornitura.

Quesito n. 2:
Si chiedono chiarimenti in merito all’art.9 “Assistenza e manutenzione” del Capitolato Speciale: “Il Fornitore dovrà garantire un periodo gratuito di garanzia di 6 mesi. Oltre ad una periodo di addestramento teorico e pratico di 30 giorni per gli addetti al funzionamento nominati dall’amministrazione”.
RISPOSTA:
Il Fornitore, dopo l’emissione del Certificato di regolare esecuzione della fornitura previsto all’art. 12 del capitolato, dovrà mettere a disposizione per un periodo di 30 giorni lavorativi (di 8 ore al giorno), un tecnico specializzato con le funzioni di capo draga che, per il periodo sopra indicato, affiancherà ed addestrerà gli addetti al funzionamento del sistema dragante nominati dall'Amministrazione nel corso dello svolgimento delle normali lavorazioni di dragaggio e manutenzione.  
Dovrà essere resa evidenza delle attività di addestramento mediante la compilazione di rapportini giornalieri che saranno controfirmati dal tecnico capo draga messo a disposizione dal Fornitore e dagli addetti al funzionamento del sistema dragante nominati dall'Amministrazione. 

Quesito n. 3:
Si chiedono chiarimenti in merito alla possibilità di offrire una draga e/o le forniture aggiuntive con caratteristiche leggermente difformi dai parametri indicati nel Capitolato speciale.
RISPOSTA:
Il Capitolato ammette espressamente, ove applicabile, uno scostamento non sostanziale dei parametri indicati ne Capitolato stesso.
Si precisa che l’ammissibilità di tale scostamento deve necesssariamente essere valutata caso per caso dalla Commissione giudicatrice in quanto le caratteristiche minime accettabili della draga e delle forniture aggiuntive possono dipendere dalle specifiche attività che la draga dovrà svolgere all’interno della Sacca di Goro.
Per esempio, con riferimento all'articolo 1.01 del capitolato di fornitura si chiarisce che il requisito "....Altezza di costruzione minima 1,40 metri." deve intendersi riferito al corpo centrale della draga. Per gli elementi laterali, prodieri e poppieri, sono ammesse altezze di costruzione inferiori a condizione che siano comunque garantite e comprovate dal Fornitore le caratteristiche di galleggiabilità e stabilità della draga.
Ad ulteriore esempio, relativamente al requisito ".... Diametro tubazione aspirante: da un minimo di 350 ad un massimo di 450 millimetri... " lo scostamento tra il diametro minimo e massimo della tubazione aspirante potrà essere ragionevolmente compreso attorno al 10 per cento.

Quesito n. 4:
Si chiedono chiarimenti in merito alla possibilità di offrire materiali/prodotti di caratteristiche difformi da quelle previste dal capitolato ma ritenute di qualità superiore.
RISPOSTA:
Il Capitolato Speciale prevede espressamente all’Art. 4 “Indicazioni tecniche progettuali” che le specifiche tecniche costituiscono la base minima cui devono attenersi i Fornitori offerenti lasciando peraltro ampia libertà di proposte e di integrazione progettuale in funzione della tecnologia disponibile cui sarà assegnato adeguato punteggio in sede di valutazione tecnica.
Ad esempio, con riferimento all'articolo 1.13 del capitolato di fornitura per la tubazione di refluimento, le manichette ed i galleggianti è ammessa la fornitura di tipologie diverse a condizione che siano comunque garantite le caratteristiche di galleggiabilità e funzionalità dell'intera tubazione e manichette e che il sia rispettato il diametro minimo della tubazione e la lunghezza totale della tubazione indicata nel capitolato di fornitura. 
Ad ulteriore esempio, relativamente ai cavi di ancoraggio è ammessa la fornitura di cavi di tipologia diversa da quelli con anima in polipropilene imputrescibile a condizione che il prodotto possa essere ritenuto dalla Commissione, anche sulla base delle descrizioni tecniche presentate dal concorrente, equivalente o migliorativo rispetto alla specifica minima.

Quesito n. 5:
In relazione all’art. 1.15 del Capitolato, ove si dispone che: “sono a carico  del  Fornitore  il  rifornimento  del  combustibile,  olio,  grasso  e  ogni  altro  elemento consumabile  atto  a  garantire  il  funzionamento  della  draga  nel  corso  del  montaggio,  messa  in funzione e collaudo della stessa sino alla consegna definitiva alla Provincia di Ferrara” si chiedono chiarimenti in merito alle modalità di svolgimento delle prove di collaudo al fine di quantificare gli oneri a carico del fornitore.
RISPOSTA:
Come previsto dall’Art. 12 il collaudo verrà eseguito entro 30 gg. dalla data di ultimazione della fornitura e prevede, come riportato all’art. 1.20, che la Provincia effettui tutte le verifiche che riterrà opportune per stabilire l’idoneità della draga e la veridicità delle caratteristiche offerte in sede di gara. Le spese relative per le verifiche effettuate saranno comunque a carico del Fornitore aggiudicatario. E’ prevista inoltre una prova di pompaggio in Sacca di Goro con refluizione di sedimenti limo sabbiosi alla distanza di 1.500 mt (dovrà pertanto essere montata la tubazione offerta) all’interno di un’area conterminata per circa 6 ore. La Provincia di Ferrara eseguirà i rilievi batimetrici di dettaglio nell’area prestabilita prima e dopo le operazioni di refluimento. La differenza tra i due rilievi indicherà i mc. dragati che dovranno essere almeno 1.200 mc (6 ore x 200 mc produzione mat. solido minima da capitolato) con una tolleranza ammessa del 10 % dovuta ad eventuale affondamento e costipamento del fondale e dei materiali movimentati.
 

Data di pubblicazione: 

Venerdì 8 Gennaio 2016

Data di scadenza: 

Venerdì 8 Gennaio 2016

Tipo Bando: 

Bando

Contratto: 

Forniture

Esito: 

aggiudicato

Aggiudicato a: 

DRAGOMAR S.r.l. con sede in Porto Viro (RO)