Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


Ufficio Stampa

Due doppiette sanzionate a Mesola per violazione norme sulla caccia
Polizia Provinciale sanziona 2 cacciatori che hanno abbattuto 46 colombacci in territorio di Mesola
  

Due cacciatori romagnoli sono stati sanzionati dalla Polizia provinciale per violazione delle norme sulla caccia.
Tutto è successo quando una pattuglia di agenti provinciali ha preso ad osservare l’attività venatoria da un appostamento temporaneo di caccia, nel comune di Mesola, realizzato con canne palustri recuperate sul posto per un maggior mimetismo.
Il numero elevato di spari ha insospettito gli uomini in divisa che, dopo un periodo di osservazione, ha fatto scattare il controllo.
Arrivati sul posto, hanno costatato che un discreto numero di colombacci erano già stati abbattuti, nonostante la legge sulla caccia preveda un massimo di 15 capi a testa, depositati nell’appostamento e regolarmente segnati sul tesserino.
A seguito di una verifica più accurata, gli agenti hanno scoperto che sotto gli stampi di plastica si celavano altri colombacci abbattuti fino a contarne 46, rispetto al massimo consentito per due cacciatori, ossia 30.
Così le due doppiette sono state sanzionate per 206 euro a testa e, forse più penalizzante per loro, punite con il sequestro dei 46 capi di selvaggina.
“Non posso che elogiare l’impegno e la dedizione dei miei colleghi – dice il comandante della Polizia provinciale, Claudio Castagnoli – che hanno operato con pazienza ed attenzione, per il rispetto delle regole che deve valere per tutti”.
Documento pubblicato il 29/10/2018 - Ultimo aggiornamento: 29/10/2018
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386