Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


Ufficio Stampa

Inizio nuovo anno scolastico: riscaldamento e trasporto bus
La Nuova Ferrara mercoledì 13 settembre 2017 – pagg. 2 e 3
Le novità alle superiori. La Provincia ha deciso di aumentare a 20º il riscaldamento Un'estate con molti interventi. Cantieri anche dopo l'inizio dell'attività didattica Unica succursale all'Ariosto.
Un grado in più nelle aule


di Gian Pietro Zerbini - Ultimi lavori nei plessi della provincia in vista dell'imminente apertura dell'anno scolastica.
È stata una corsa contro il tempo per arrivare al prossimo 15 settembre con il maggior numero di aule pronte e ristrutturate per l'inizio regolare delle lezioni. Ma alcuni cantieri saranno operativi anche dopo l'apertura delle scuole.
Sul fronte dell'edilizia scolastica la Provincia di Ferrara, ente che gestisce gli edifici che ospitano la didattica delle scuole superiori, quest'anno ha ultimato molti lavori anche dal punto di vista della ristrutturazione post sisma.
Interventi conclusi al Dosso Dossi di via Bersaglieri del Po, al Liceo Ariosto di via Arianuova , al polo di Bondeno, al Varano succursale dell'Alberghiero Vergani e nella sede del Bachelet, oltre all'istituto Taddia di Cento. In quest'ultimo plesso i lavori continueranno anche dopo l'avvio dell'anno scolastico. E già sono state individuate le priorità per il prossimo anno. Non ci sono situazione di criticità, ma un restyling generale degli istituti deve essere completato.
Intanto da quest'anno è stato alzata la temperatura all'interno della scuole. L'amministrazione provinciale, anche per venire incontro alle richieste di numerosi studenti e professori che lo scorso anno scolastico avevano lamentato in alcuni casi ambienti freddi, ha deciso di aumentare di un grado la temperatura che ora sarà a 20 gradi. È stato completato anche il trasferimento definitivo della succursale del Liceo Ariosto che da quest'anno sarà interamente nella palazzina di via Dosso Dossi, lasciando il complesso Ginevra canonici alla succursale del Carducci. In questo modo il liceo non sarà più in tre sedi ma in due. Terminati i lavori anche alla palestra dell'Aleotti e presso la sede del Cpa dove è stato sistemato anche un problema alla pompe di drenaggio che hanno causato nei giorni scorsi un allagamento. Ultimati anche i lavori di rimozione dell'eternit della parte laterale dell'Itip. La scuola è interessata ad un progetto che andrà in porto il prossimo anno con al costruzione di due nuovi edifici il tutto per accorpare anche dal punto di vista logistico l'Iti all'Ipsia. Complessivamente le scuole in provincia di Ferrara sono 330, esattamente un terzo delle quali (110) si trova nel Comune di Ferrara.
I Comuni che hanno un numero minore di scuole sono Formignana, Lagosanto, Masi Torello, Ro e Voghiera con 3.
Dal punto di vista della tipologia le scuole d'infanzia in provincia di Ferrara sono 124, le scuole primarie sono 90 e le scuole medie sono 42. Per gli istituti di secondo grado ci sono 1 liceo artistico, 2 licei classici, 6 licei scientifici, 5 licei linguistici, 4 licei di scienze umane, 6 istituti tecnici economici, 9 istituti tecnici tecnologici, 6 istituti professionali per servizi, 5 istituti professionali industria e artigianato. Il Comune di Ferrara questa estate ha investito 2,250 milioni di euro per interventi sull'edilizia scolastica nei edifici di competenza. È stata di 400mila euro la somma mesa a disposizione per la manutenzione straordinaria e il rifacimento delle coperture dei quattro edifici che ospitano scuole per l'infanzia: "Satellite" in via Zucchelli; "Jovine" in via del Guercino; nido "Girasoli" in via dell'Ippogrifo e nido "Il trenino" a San Martino. Sostituzione infissi. Sempre 400mila euro di interventi per la sostituzione di infissi in tre scuole: "Benzi" in via Chiesa a San Martino; la primaria Villaggio Ina al Barco e la scuola media di Baura. Interventi anche alla De Pisis di Porotto e a San Bartolomeo.



Da venerdì nel ferrarese più bus anche sulle linee extraurbane e mezzi rinnovati Il punto con Ruzziconi, amministratore unico dell'agenzia di mobilità. Rafforzati i trasporti con 190 corse scolastiche

«Il sistema di trasporto scolastico urbano ed extraurbano, con la riapertura delle scuole del prossimo 15 settembre, è organizzato come ogni anno per far fronte alle migliaia di studenti e di studentesse che convergono verso gli istituti ferraresi dai comuni della provincia oltre che da quelli di Bologna, Modena e Ravenna».
Giuseppe Ruzziconi , amministratore unico di Ami l'agenzia ferrarese per la mobilità, fa il punto della situazione con il nuovo programma dei trasporti che scatterà proprio venerdì quando inizieranno le lezioni Sono stati fatti calcoli sui quasi 15mila studenti che frequentano le superiori, molti dei quali verranno trasportati lungo le direttrici Cento - Modena e Portogaribaldi - Ravenna.
«Purtroppo - spiega Ruzziconi - poiché il servizio di trasporto è calibrato sugli orari definitivi delle scuole, nei primi giorni a causa degli orari provvisori si potranno verificare situazioni di sovraccarico, in particolare, al momento dell'uscita. L'azienda comunque si adopererà per ridurre al minimo i disagi dovuti a questa situazione e pertanto negli orari di punta verrà espresso il massimo del potenziale in personale e mezzi.
Il servizio verrà riproposto come lo scorso anno calibrato sull'orario di entrata delle ore 8.10 mentre tre saranno gli orari di uscita: 12,10 - 13,10 - 14,10. Tuttavia, proprio in ragione degli orari ridotti non si potranno escludere uscite più concentrate sulle prime fasce orarie». Tper, comunque, si presenterà nei tempi utili, fuori dalle scuole o alle fermate, con i mezzi urbani, extraurbani e le navette di collegamento.
«Puntiamo come ad ogni inizio d'anno - dichiara il presidente di Ami Ferrara - a risolvere questi problemi, con le scuole, nel giro di due /tre settimane. Molto dipenderà dal regime definitivo di orario scolastico degli istituti».
I mezzi dispiegati sul servizio urbano sono in totale 29 con alcune direttrici principali: Linea 390 - Istituti Piazzale Dante - Via Canapa - Centro; Linea 391 - Istituti Via Canapa; Linea 392 - Istituti Centro - Via Pontegradella; Linea 393 - Istituto Aleotti; Linea 394 - Istituto Navarra; Linea 395 - Doposcuola San Luca; Linea 396 - Fondo Reno; Linea 399 - Polo Universitario San Rocco. «Per il servizio extraurbano e taxibus riguardante il bacino provinciale -osserva Ruzziconi - il servizio per Modena e Ravenna sono 136 i mezzi utilizzati più 25 corse supplementari ( che non sono solo scolastiche) negli orari di punta, di norma per potenziare il trasporto della flotta bus».
Il totale dei mezzi utilizzati è così di 190 e conterà sulla presenza di altrettanti autisti. Altre novità riguardano il parziale rinnovo della flotta di bus del servizio extraurbano che hanno interessato l'inserimento di nuovi mezzi più capienti di 14 metri soprattutto sulle direttrici di : Cento-Ferrara; Cento-Modena; Lidi-Ostellato-Ferrara che si aggiungono a quelli già presenti a Copparo, Berra, Goro e Ferrara.
«A completamento di questo importante impegno - conclude il presidente di Ami - verranno inseriti ulteriori nuovi bus dotati di pianale ribassato e pedana estraibile, coprendo, in questo modo, la maggior parte del territorio provinciale».
A campagna abbonamenti non ancora finita, la tendenza vede un sostanziale aumento della richiesta del trasporto pubblico da parte degli studenti ferraresi.



PER GENTILE CONCESSIONE
Documento pubblicato il 13/09/2017 - Ultimo aggiornamento: 13/09/2017
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386