Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


Ufficio Stampa

A proposito del ponte Marighella sulla Sp per Formignana
Alla consigliera comunale di Copparo Anna Celati, che ha iniziato una raccolta firme da inviare alla Provincia per sollecitare un intervento di sistemazione del ponte Marighella (lungo la Sp per Formignana) è possibile rispondere con alcune informazioni (articolo pubblicato su La Nuova Ferrara domenica 7 maggio - pag 22).
Sugli 840 chilometri della rete stradale di competenza provinciale insistono 340 ponti, oltre a quattro cavalcaferrovia e altrettanti cavalcavia.
Di questi, gli attraversamenti sulla Cispadana, Tangenziale Est, Variante Virgiliana a Vigarano Pieve e Variante di Valle Oppio a Lagosanto, sono tutti stati realizzati negli ultimi 20 anni. Le restanti strutture risalgono fra gli anni del primo dopoguerra e fra i 50 e 70 del secolo scorso.
Su questo patrimonio complessivo la Provincia esegue normalmente attività di controllo, con lo scopo di verificarne stabilità e sicurezza per la circolazione stradale.
Nello specifico, il ponte Marighella rientra in una serie di segnalazioni sullo stato di particolare precarietà, che i tecnici dell’amministrazione provinciale hanno già formalizzato al Tavolo tecnico istituito dal prefetto di Ferrara nel 2016 di cui la Provincia fa parte.
Le altre situazioni critiche, tutte già segnalate, sono: cavalcavia sul Raccordo Ferrara Portogaribaldi a Gualdo (Sp 29), ponte sul Po di Volano a Final di Rero (Sp 15), ponte sull'Idice (Sp 38 in prossimità di Campotto) e ponte sul canale di Burana a Bondeno (Sp 9).
Il problema è che i forti e perduranti tagli del governo ai bilanci delle Province pongono seri ostacoli alla normale organizzazione delle funzioni dell’ente e la conseguenza principale in questo caso è che non è materialmente possibile dare indicazioni sui programmi d’intervento sui ponti provinciali.
Nondimeno, allo scopo di garantire la sicurezza stradale, sono stati presi provvedimenti di limitazione al transito per alcune categorie di veicoli e non si può escludere che tali provvedimenti siano estesi fino alla completa interruzione del traffico, in caso di particolari situazioni di criticità che ne rendano necessaria l’adozione.
Documento pubblicato il 08/05/2017 - Ultimo aggiornamento: 08/05/2017
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386