Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


Ufficio Stampa

Campeggio Lido di Volano: precisazioni ad articolo de La Nuova Ferrara
In merito all’articolo “Il gran pasticcio del campeggio”, pubblicato da La Nuova Ferrara lo scorso 5 settembre (in allegato), si rendono necessarie alcune precisazioni.
Sia il Comune di Comacchio che la Provincia di Ferrara, previdero nei loro rispettivi strumenti di pianificazione urbanistica la possibilità che nell’area di proprietà della Provincia a Lido di Volano potesse sorgere un campeggio.
Lo previdero perché nel 1999 questa possibilità non era in contrasto con le norme urbanistiche regionali (Ptpr). E così il bando di gara emesso dalla Provincia risale a quello stesso 1999.
Fu in seguito che le norme a livello regionale cambiarono segno, negando questa possibilità.
Cronologicamente, infatti, avviene che il Ptcp di Rimini, con una variante al Piano regionale (Ptpr), introduce un divieto di realizzare campeggi in zone costiere. Variante in seguito fatta propria dal Ptpr (2000).
Dunque, è solo a questo punto che si viene a creare una contraddizione normativa che, invece, al momento del bando provinciale non esisteva.
Successivamente, nel 2009, in recepimento delle intervenute disposizioni nazionali in materia di paesaggio, tendenti a centralizzare le politiche di tutela, viene modificata la legge regionale di riferimento. E’ in tale circostanza che il Piano provinciale (Ptcp), che per definizione costituiva “in materia di pianificazione paesaggistica, l’unico riferimento per gli strumenti comunali di pianificazione e per l’attività amministrativa attuativa”, passa in secondo piano rispetto al piano regionale (Ptpr), che diviene ora il quadro di riferimento cogente.
E così si perfeziona, di fatto, la contraddizione.
La Provincia, per parte sua, non ha mancato di esprimere negli anni la propria posizione sulle modifiche introdotte al Ptpr dal Ptcp di altre Province. Lo ha fatto segnalando la necessità di percorsi più condivisi a livello istituzionale e ponendo in risalto i rischi di un aumento di vincoli senza le dovute distinzioni territoriali, con le conseguenze sul comparto turistico della costa.
In particolare, l’opinione della Provincia sul caso specifico è sempre stata favorevole, perché essendo l’area in zona interessata dal Parco del Delta, è ritenuta preferibile la possibilità di nuova ricettività turistica sottoforma di campeggi, rispetto alla costruzione di alberghi.


Ufficio Stampa
Provincia di Ferrara


Ferrara, 10 settembre 2018
Documento pubblicato il 10/09/2018 - Ultimo aggiornamento: 28/09/2018
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386