Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


Esito di gara del 16/02/2017 - Riqualificazione ex caserma Vigili del Fuoco
PROCEDURA APERTA PER L'APPALTO DEI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DELL'EX CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO DI VIA POLEDRELLI N. 21 - FERRARA - Cod. CUP J79E14000120002 - Cod. CIG 68908659AE. IMPORTO COMPLESSIVO: Euro 504.470,50 IVA esclusa di cui a base d'asta Euro 470.523,09 ed Euro 33.947,41 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso.
AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA
Aggiudicazione definitiva intervenuta con determinazione del Dirigente del Settore Lavori Pubblici e Mobilità n. 311/17 esecutiva in data 27/2/2017.

*****************

AVVISO DEL  17/2/2017
AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA:
Procedura di gara conclusa in data 16/2/2017.

Ditte partecipanti: n. 189
Ditte escluse: n. 10 per carenza requisiti di qualificazione

Criterio di aggiudicazione sorteggiato: lett. C)
Soglia di anomalia: 25,896517%

Ditta aggiudicataria:  Imaco SpA, con sede in San Cesareo (RM), Via del Progresso snc

Ribasso offerto: 25,855%

Per ogni informazione relativa all'esito di gara vedi il documento allegato in fondo a questa pagina.

*****************

PROCEDURA APERTA per l'appalto dei seguenti lavori: RIQUALIFICAZIONE DELL'EX CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO DI VIA POLEDRELLI N. 21 - FERRARA - Cod. CUP J79E14000120002 - Cod. CIG 68908659AE.

IMPORTO COMPLESSIVO DELL'APPALTO: Euro 504.470,50 IVA esclusa di cui a base d'asta Euro 470.523,09 ed Euro 33.947,41 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso.

Bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - V Serie Speciale - n. 1 del 2/1/2017

Criterio di aggiudicazione: criterio del minor prezzo ai sensi dell'art. 95 comma 4 del D.Lgs. 50/2016.

Termine per  la presentazione delle offerte: ore 13 del 14/02/2017.
Prima seduta di gara: ore 10 del 16/02/2017.


TUTTI GLI ELABORATI DEL PROGETTO ESECUTIVO SONO RESI DISPONIBILI AL SEGUENTE LINK:
https://drive.google.com/drive/folders/0B5DxzAQLRwHpZkY4b1FMYmtYYWc


SOPRALLUOGO OBBLIGATORIO: Vedi paragrafo 4 del disciplinare di gara.


Informazioni tecniche sull’appalto, nonché chiarimenti e informazioni di carattere procedurale potranno essere richieste al Servizio Unico Appalti di questo Ente – Corso Isonzo 26, Ferrara, unicamente per iscritto tramite posta elettronica all’indirizzo ufficio.contratti@provincia.fe.it.
Nella mail di richiesta dovrà essere indicato l’oggetto della gara, la ragione sociale dell’impresa richiedente, recapito telefonico e indirizzo mail al quale inviare la risposta. 
__________________________________________

RISPOSTE A QUESITI SULL'APPALTO:

QUESITO N. 1
Premesso che siamo un consorzio di imprese artigiane di cui all’articolo 45, comma 2, lettera b) del D.Lgs 50/2016 (ex art. 34, c. 1, lett. b) del D.Lgs 163/06) e partecipiamo alle gare d’appalto indicando il socio al quale in caso di aggiudicazione verrà affidato il lavoro, vorremmo sapere se il sopralluogo obbligatorio possa essere effettuato dal legale rappresentante o dal tecnico dipendente del socio che andremo ad indicare in gara muniti di delega del consorzio.

RISPOSTA N. 1
Si conferma che i soggetti da voi indicati possono validamente eseguire il sopralluogo.
_________________________________________

QUESITO N. 2
Avendo la sola categoria OG1 III possiamo partecipare visto che non è indicato nulla circa la Cat. OS6?
O meglio è subappaltabile ovvero si comporta come la cat. OS28 e OS30?

RISPOSTA N. 2
si conferma che è possibile partecipare con la cat. OG1 class. II, che copre l'intero importo dell'appalto, tenendo conto delle prescrizioni (NB.1 e NB.2) riportate a pagina 1 e 2 del disciplinare di gara.
ATTENZIONE, SI RIMANDA AL QUESITO N. 4
_________________________________________

QUESITO N. 3
Si chiede se è possibile effettuare il sopralluogo tramite persone esterne all'azienda munite di apposite procure notarili speciali e/o semplici deleghe.

RISPOSTA N. 3
Si conferma quanto previsto nel disciplinare di gara, al paragrafo 4:  "Il sopralluogo dovrà essere effettuato da un tecnico dipendente o delegato dell’impresa concorrente. Si precisa che in caso di associazione temporanea di imprese o consorzi è ammessa l’effettuazione del sopralluogo da parte di uno solo dei soggetti sopra richiamati."
Pertanto il sopralluogo può essere effettuato da un tecnico, sia dipendente dell'impresa, sia persona delegata dall'impresa, quindi anche esterna.
_________________________________________

QUESITO N. 4
Avente la classifica OG1 classifica III riusciamo a coprire l'intero importo del lavoro e quindi a partecipare. E' possibile partecipare alla gara subappaltando le categorie OS28 e OS30 dato che superano come previsto per legge il 30% del importo di gara?

RISPOSTA N. 4
Considerato il regime transitorio previsto dall’art. 216 comma 15 del codice, visto il combinato disposto delle previsioni di legge richiamate al punto  NB.1) ed al paragrafo 7 del disciplinare, e considerato che il limite massimo subappaltabile è del 30% dell’importo complessivo dell’appalto, poiché la sommatoria degli importi delle due categorie scorporabili OS28 e OS30 supera il 30% dell’importo complessivo dell’appalto, il concorrente che non è in possesso di entrambe le categorie dovrà necessariamente partecipare in associazione temporanea verticale o in avvalimento per almeno una delle due predette categorie.
Si segnala inoltre che nel caso in cui il concorrente non si qualifichi nella categoria OS28 il subappalto necessario di tali lavorazioni assorbirà quasi totalmente la quota massima subappaltabile dell’intero appalto.
Da quanto sopra si evince che non è possibile qualificarsi per l’appalto con la sola categoria OG1.
_________________________________________

QUESITO N. 5
La nostra impresa è in possesso dell’attestazione SOA cat. OG1, class. II, nonché dei requisiti ex art. 90 del dPR 207/2010 relativamente alle lavorazioni OS28 e OS30.
Si chiede, cortesemente, di chiarire se i requisiti posseduti consentiranno la partecipazione.

RISPOSTA N. 5
Si precisa che essendo l'appalto nel suo complesso di importo superiore a 150.000,00 non è ammessa la qualificazione del concorrente singolo ai sensi dell'art. 90 del DPR 207/2010 per le categorie scorporabili.
Peraltro, purchè connessa ad una partecipazione in ATI di tipo verticale, è ammessa l'associazione con una ditta che possieda i requisiti previsti dall'art. 90 del DPR 207/2010 per lavori analoghi alle categorie scorporate, ai sensi dell'art. 48, comma 6 del D.Lgs. 50/2016 che recita che, in caso di raggruppamenti di tipo verticale, << per i lavori scorporati ciascun mandante deve possedere i requisiti previsti per l'importo della categoria dei lavori che intende assumere e nella misura indicata per il concorrente singolo.>>
_________________________________________

QUESITO N. 6
Si chiede se il verbale di avvenuto sopralluogo deve essere inserito tra i documenti di gara.

RISPOSTA N. 6
Si conferma quanto indicato nel disciplinare di gara e cioè non è richiesto l'inserimento dell'attestazione di avvenuto sopralluogo tra i documenti di gara.
Sarà cura dei nostri uffici, in fase di ammissione alla gara, verificare la presenza tra la propria documentazione del verbale di sopralluogo firmato dall'impresa concorrente.
________________________________________

QUESITO N. 7
In caso di partecipazione alla gara in RTI verticale, una ditta che possieda i requisiti previsti dall'art. 90 del DPR 207/2010 deve rilasciare una dichiarazione da allegare alla gara o basta presentare l'allegato 1 dichiarazione cumulativa semplicemente non compilando il punto 17?

RISPOSTA N. 7
In caso di RTI verticale, in cui la ditta mandante non è in possesso di SOA ma si qualifica ai sensi dell'art. 90 del DPR 207/2010, siccome il modello di dichiarazione predisposto dall'Ente non contempla tale casistica, la ditta mandante potrà adattare il punto 17 del modello ovvero presentare apposita e separata dichiarazione circa il possesso dei requisiti ai sensi della normativa citata.
________________________________________

QUESITO N. 8
Si chiede se il modello parte 2 dev’essere compilato dal Legale Rappresentante  anche per gli altri soggetti o da ciascuno dei soggetti di cui a commi citati.

RISPOSTA N. 8
Come da comunicato ANAC del 26/10/2016, la dichiarazione può essere resa sia da ciascun interessato che dal solo legale rappresentante che abbia diretta conoscenza di quanto dichiarato.
In quest'ultimo caso la parte 2 del modello andrà opportunamente adattata.



Documento pubblicato il 02/01/2017 - Ultimo aggiornamento: 09/03/2017
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386