Provincia di Ferrara

Sommario delle sezioni presenti in questa pagina:


NOTIZIE

sei in: Home Page > Altre news >
Ponte Final di Rero: limitazioni al traffico, viabilità e tempi per il ponte provvisorio
Ponte di Final di Rero: le misure di limitazione al traffico, la viabilità alternativa e i tempi per il ponte provvisorio

Dal 5 febbraio scorso è in vigore il divieto di transito ai veicoli con peso superiore alle 12 tonnellate sul ponte di Final di Rero. Una misura presa dalla Provincia a causa dello stato di deterioramento registrato dai tecnici dell’amministrazione durante i periodici controlli lungo la struttura di attraversamento sul Po di Volano, la cui costruzione risale agli anni ’50.
Deterioramento che mina la sicurezza della circolazione veicolare.
Dal giorno in cui sono scattati i limiti di accesso, la Provincia ha provveduto anche a posare la segnaletica, compresa quella per la viabilità alternativa.
In particolare, per i mezzi pesanti provenienti da Ferrara sulla Sp 15 si incontra il preavviso (posizione 5 sulla mappa in allegato) all’incrocio con la Sp 29 (tangenziale est), con possibilità di scelta sul raccordo Ferrara-Mare, in direzione Comacchio, o per la Sp 2 in direzione Jolanda o Mesola. In prossimità di Final di Rero c’è la ripetizione del preavviso nelle vicinanze dell’incrocio con la Sp 23 (posizione 6), con possibilità di svolta verso Rovereto e poi Comacchio sulla Sp 1. Sulla stessa provinciale, nella rotatoria a Rovereto, si trovano i preavvisi (posizioni 1 e 2) fino a Migliarino e successivamente per la Sp 4.
Per il traffico pesante diretto verso Ferrara proveniente da Jolanda è stato posto il segnale sulla Sp 60 Gran Linea (posizione 9), con le opzioni Sp 16 e Sp 2 Via Copparo.
I mezzi da Codigoro e Comacchio trovano invece a Massafiscaglia i segnali sulla Sp 15 e 68 (posizioni 8 e 10) verso la Superstrada Ferrara-Mare.
Infine, sulla Sp 4, per il traffico proveniente da Formignana, è stata posta la segnaletica di preavviso sulla rotatoria Sp4-Sp15, per proseguire lungo la Sp 4 fino alla Ferrara-Mare.
In parallelo al provvedimento adottato con ordinanza, il presidente della Provincia, Tiziano Tagliani, ha concordato con la Regione Emilia-Romagna, e per essa l’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile – servizio Area Reno Po di Volano, nella persona del responsabile  del procedimento Claudio Miccoli, un programma d’intervento. L’intero quadrante, infatti, è interessato dal secondo lotto, primo stralcio, dei lavori dell’Idrovia ferrarese, competenza transitata nel frattempo a Viale Aldo Moro, in seguito alla legge regionale del 2015, in attuazione della riforma sulle Province (2014).
Così la Regione ha deciso di destinare circa due milioni di euro delle risorse in dotazione all’Idrovia, per la realizzazione di una viabilità parallela alla strada provinciale esistente (Sp 23), che si inserirà mediante un ponte provvisorio nella zona sud-orientale dell’abitato di Final di Rero interessando Via della Pace.
Un intervento complessivo funzionale alla realizzazione del lotto Final di Rero-Migliarino (il cui costo totale è di 18,6 milioni), nel senso che i manufatti provvisori saranno interamente utilizzati per la realizzazione delle opere definitive.
L’approvazione del progetto esecutivo è prevista entro aprile-maggio prossimo, cui farà seguito la pre-comunicazione a livello europeo del bando di gara che permetterà la riduzione dei tempi di pubblicazione del successivo bando, entro la metà di luglio.
L’intento è di aggiudicare i lavori a settembre e di far partire il cantiere il prossimo ottobre.



Di seguito anche il comunicato diffuso per l'entrata in vigore dei limiti al transito:


Da lunedì 5 febbraio divieto d’accesso ai mezzi pesanti sul ponte di Final di Rero
 
Da lunedì 5 febbraio prossimo scatta il divieto di transito ai veicoli con peso superiore a 12 tonnellate sul ponte di Final di Rero a Tresigallo, unitamente all’introduzione del limite di velocità dei 50 chilometri orari e del divieto di sorpasso per quelli ammessi.
Lo stabilisce un’ordinanza della Provincia a seguito dei problemi di deterioramento registrati dagli stessi tecnici dell’amministrazione che ha sede in Castello Estense, durante i controlli periodici sulla viabilità di competenza.
Per il rispetto delle condizioni di sicurezza, la Provincia ha già provveduto anche all’acquisto e alla posa della segnaletica di limitazione al traffico, con un costo complessivo interamente a carico del proprio bilancio di quasi 10mila euro.
Il provvedimento avrà validità fino alla realizzazione di un ponte provvisorio, cui provvederà la Regione Emilia-Romagna utilizzando circa 1,8 milioni delle risorse previste per l’Idrovia ferrarese.
La costruzione di una struttura temporanea si è resa necessaria anche perché nel frattempo quella al momento percorribile, la cui costruzione risale agli anni ’50, non può reggere gli attuali volumi di traffico, specie pesante, e le procedure necessarie per la realizzazione del nuovo ponte definitivo richiedono alcuni anni di tempo.
Ponte provvisorio e annessa viabilità alternativa all’attuale tracciato della Strada provinciale, sono comunque uno stralcio funzionale al progetto Idrovia, nel senso che le risorse utilizzate non costituiscono un costo aggiuntivo rispetto al programma per rendere navigabile il Po di Volano, il cui lotto di Final di Rero prevede un finanziamento complessivo di 18,6 milioni.
Documento pubblicato il 01/02/2018 - Ultimo aggiornamento: 14/02/2018
Castello Estense - centralino: +39.0532.299111
Partita IVA: 00334500386